Julian Plenti…is Skyscraper: Recensione.

Il disco da solista si Paul Banks (Interpol) aka Julian Plenti non è per i deboli di cuore, lui ama giocare con i battiti cardiaci.


Lui sta lì, calmo e perfezionista, col suo stile impeccabile aspetta il momento giusto per far esplodere tutta la tensione accumulata e calibrata tramite pezzi in crescendo…This Is How We Like, This Is Amazng…canta in ”Games For Days”.

La cover album di …Is Skyscaraper

E poi ci stende nuovamente in un’amaca sulla lenta ”Madrid Song” che riporta alle nostre orecchie pezzi tipo ”Wrecking Ball” o ”The Lighthouse” di ”Our Love To Admire”, ultimo lavoro della sua band Interpol.
Ma qui difficilmente scappa la schitarrata, anzi da far padrone piu del solito ritroviamo chitarre acustiche, o anche il pianoforte.

Si viaggia tra lenti arpeggi, a volte sporcati con un po’ di elettronica, tutto è melancolico , triste glaciale come gli occhi del tizio nella foto. Ma al momento giusto arriva un pezzo come ”Unwind” che fa esplodere l’ordigno, e non ci poteva essere miglior modo di farlo tanto che ci scappa anche un’assolo trionfante di tromba, sotto invece chitarre e synth bruciano, certo si nota la grande parte degli ausili elettronici nella produzione e creazione di questo disco.

Poi c’è la sua voce calma e gelida, della quale purtroppo non ne posso fare a meno, non nego che gli Interpol siano una delle mie band protette, quindi questa recensione può risultare un po’ di parte.

Obiettivamente questo album non aggiunge niente a ciò che Paul Banks e la sua band ci avevano abituati, funge da semplice regalo ai fan, e magari uno sfizio che proprio il cantante si è voluto togliere.
Fatto sta che chi ama un rock raffinato, dai colori melanconici e energici allo stesso tempo, amerà anche questo album.

Rating 6,5 out of 10

link Julian Plenti MySpace

Games For Days


6 pensieri su “Julian Plenti…is Skyscraper: Recensione.”

  1. Hey there, You have done a great job. I’ll certainly digg it and personally recommend to my friends. I am sure they will be benefited from this site.

  2. Excellent beat ! I wish to apprentice even as you amend your site, how can i
    subscribe for a blog site? The account helped me a appropriate
    deal. I were tiny bit acquainted of this
    your broadcast provided shiny clear idea

  3. la frase finale di games for days è THIS IS HOW WE LEARN, come scrive emily haynes con lo spray nella camera d’albergo (vedi video)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...