The Killers, Franz Ferdinand e White Lies. Roma – Ippodromo delle Capannelle, 14 luglio 2009: foto-reportage e la testimonianza di Denise.

In redazione è arrivato parecchio materiale a riguardo del mega-concerto all’Ippodromo delle Capannelle di Roma, che ha visto protagonisti i White Lies, Franz Ferdinand e The Killers.

Roma Rock foto concerto 2009

Questo è il reportage on stage di Denise Cucci:
Non è mancato nulla: il sole impietoso dell’estate romana, i deliri ormonali di qualche invasata, i deliri alcolici di qualche genio che con 40° e passa si dissetava a suon di vodka (per poi riversarla aggraziatamente a terra con qualche sonoro conato di vomito), i bagni chimici che…beh, meglio non descriverli…, gli svampiti (qualcuno che all’ultimo momento si è accorto di aver preso il biglietto dell’I-day lasciando a casa quello del Rock in Roma), le mini risse coi pogatori dell’ultimo minuto e le discussioni con la security (che alla fine si dimostra sempre cuore di burro).

Ore e ore di attesa in piedi, patendo l’afa e il mal di schiena e invocando di essere annaffiati come bietole nell’orto da qualche anima pia dotata di idrante.

Mancavano i soliti venditori ambulanti di bibite e pseudo cibo, e dico mancavano sia perché non c’erano, sia perché per una volta avremmo gradito subire il furto di 2 o 3 euro per un mezzo litro di acqua gelata…

E poi finalmente (in ritardo) i cancelli si aprono e partono i maratoneti.
Beh, non possiamo negarlo: visti da fuori dobbiamo sembrare davvero, davvero ridicoli. E masochisti. Ma chi –razionalmente- ci vede in questo modo non condivide la nostra passione, quindi non può capire.
In passato si sacrificavano vergini e capretti per rendere omaggi agli dei, noi ci limitiamo ad offrire il nostro tempo e la nostra resistenza fisica per rendere omaggio a chi sa regalarci ore di adrenalina, divertimento, sclero e soddisfazione. È un dare e avere che funziona e ci piace, ed è per questo che ad ogni occasione buona siamo di nuovo lì, a soffrire stanchi e contenti.

Non è compito mio descrivere tecnicamente le esibizioni: non sono un critico musicale e non mi interessa diventarlo. Posso dire che tutte le violenze psicofisiche sopra descritte sono decisamente valse la pena, e che ripeterei l’esperienza anche domani.

White Lies - Roma foto concerto 2009

Mi è piaciuto vedere due quote rosa fra i roadies (finalmente!) e mi è piaciuto vedere (per la prima volta) la band supporter accolta con lo stesso calore e partecipazione in genere riservato solo agli headliner. (Almeno, questo è quanto succedeva nelle prime file). Anche perché i White Lies meritano davvero: sono giovanissimi, certo, ma hanno delle ottime carte da giocarsi.

Non mi è piaciuto il calo di adrenalina dovuto ai cambi-palco di mezz’ora e più, ma d’altra parte le magie non si possono fare. Purtroppo.


– Mi sono piaciuti i Franz Ferdinand, ed è dire poco! Ammetto che, si, li conoscevo, ma non mi avevano mai preso più di tanto, invece nei live sono qualcosa di strepitoso!

Franz Ferdinand Roma foto concerto 2009

Pazzi, esagerati,coinvolgenti, irrequieti…semplicemente caricati a molla!

– Mi sono piaciuti i The Killers, una performance decisamente migliore rispetto a quella di Verona (ma ci voleva poco: a Verona erano parecchio sottotono…) e migliore anche dello show di Milano.

The Killers - Roma foto concerto 2009

Finalmente li ho visti divertirsi sul serio sul palco, ho visto Brandon fare il pagliaccio per gioco e non per dovere…sarà per le consorti nascoste a lato palco (non ne ho la certezza, ma al 90% direi che i donnini nascosti alla destra di Dave fossero proprio le rispettive mogli/fidanzate) o forse per ‘spirito di competizione’ con i Franz Ferdinand…qualunque sia la causa scatenante, il risultato è uno spettacolo più che degno di essere vissuto.

Non mi è piaciuto che il lancio di bacchette e oggetti da collezione per i nostri culti feticisti siano stati diretti sempre verso l’ala est (ma la mia è solo invidia visto che mi trovavo sotto palco a sinistra) e non mi è piaciuto osservare con sguardo afflitto il solo bus notturno allontanarsi inquietantemente carico di carne umana mentre io e decine di altri derelitti aspettavamo ammassati sul ciglio della strada.

Ma forse era tutto un complotto:
“Ahò, va’ ae Capannnnnelle che se magna!”
è quanto urlava al telefono ad un collega il nostro tassista kamikaze mentre si bruciava allegramente 3 semafori rossi…
Ma sì…in fondo un’ultima scarica di adrenalina ci sta bene prima di arrivare in albergo ed addormentarsi sotto la doccia…con un sorriso ebete stampato sulla faccia.

REPORTER DEL CONCERTO: Denise Cucci

Hai assistito di recente ad un concerto di puro rock e vuoi raccontarci le tue sensazioni e giudizi? Scrivici a: rockermag@live.it

4 pensieri su “The Killers, Franz Ferdinand e White Lies. Roma – Ippodromo delle Capannelle, 14 luglio 2009: foto-reportage e la testimonianza di Denise.”

  1. Condivido appieno l’analisi di Denise, ma aggiungo la mia immensa soddisfazione di aver visto una band (The Killers) quasi sotto casa mia e non dopo kilometrate e pernottamenti in quel della stramaledetta Milano! Non mi è importato niente dei disagi, non ero in prima fila ma in tribuna (ho almeno evitato gli urli delle bimbeminkia) e ho ballato e cantato come non mai!
    Spero che tra le “donnine” ci sia stata Lisa, la moglie di Ronnie: una ragazza fantastica (l’ho conosciuta via email) che non finirò mai di ringraziare! Grazie a Brandon per essere stato qui invece che a casa x il compleanno di suo figlio, i miei ricordi migliori sono le pagliacciate di Alex dei FF, l’emozione evidente dei WL, il boato inaspettato di 20.000 persone e il saluto finale di Ronnie Vannucci che si è indicato il cuore (italiano). OK, farà così magari ad ogni concerto, nn so, ma l’altra sera c’era qualche motivo in più di sicuro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...