Sonic Youth – The Eternal: Recensione.

Sbornia colossale, non mi alzo dal letto nemmeno se racimolo quelle misere forze che la vodka ancora in corpo mi ha lasciato, mi volto e rivolto nel letto cercando di scappare dall’alone alcolico che non mi permette via di scampo.

Allora i miei pensieri iniziano a vagare senza senso, come linee parallele che però si incrociano, sbattono e si schiantano dappertutto, un po’ come le chitarre dei Sonic Youth, frenetiche, irascibili, schizofreniche, dolci ma anche amare, come sirene che ululano nella tua testa..

La cover album di The Eternal

E li ci sono sempre loro, che hanno accettato i capelli bianchi, le rughe sul viso, ma mai rinunciano a far vibrare i loro amplificatori, è proprio questo il bello di questa band, se ne fottono.
E allora me ne fotto pure io, mi alzo, barcollo e in un modo o nell’altro mi rimetto in sesto e infilo ”The Eternal” nello stereo, ”Sacred Trickster” è proprio quello che ci vuole, la mia aspirina per resuscitare, ritmi veloci, chitarre potenti, e già mi sento meglio!
”Anti-Orgasm” è uno dei migliori pezzi dell’album, senza alcun dubbio, un vortice sonoro che solo loro possono permettersi, appunto loro che ormai non hanno più nulla da confermare con venti album all’attivo, ”The Eternal” è la semplice prova che sono ancora vivi, sbornie o non sbornie, l’età che avanza e i suoi effetti non la sentono, si rialzano sempre e il loro mestiere lo fanno con i controcazzi.

Insomma non c’è niente di nuovo in questo album che non si sia già sentito nei lavori precedenti, nessuna sperimentazione, nessuna virata, puro e semplice rock distorto tra punk, grunge e noise. ”What We Know” è un altra canzone da tener sottocchio come anche ”Poison Arrow” dove la parte cantata riporta alla mia mente ancora devastata da fitte dolorose i Velvet Undergound.
Forse l’unica cosa che manca all’appello in questo album sono quelle sferzate punk-rock spigolose e devastanti a cui ci avevano abituati in passato, ma non si sente molto la mancanza visto che le canzoni scivolano via brillantemente, più o meno come gli amari di ieri sera.
Concludendo ”The Eternal” è un buon album, nella vasta discografia della band americana è un piccolo gioiello che ne accompagna altri di livello sicuramente superiore, ma rimane comunque un ottima prova per i Sonic Youth…..keep on rockin!!!

voto 3

link Sonic Youth MySpace

Sacred Trickster, Official Video


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...