The Banshee – Your Nice Habits: Recensione.

Ecco finalmente il tanto atteso Your Nice Habits della formazione genovese The Banshee, molta curiosità si era celata dietro questo lavoro, punto primo per la qualità del primo album, punto secondo l’uscita di Kicks Up a inizio estate aveva stupito aumentando le attese per questo cd.

Dieci tracce per catturare il mood della band genovese, che negli ultimi tempi è maturata, si è evoluta e ne da grande prova su questo Lp; infatti cosa che si nota subito è il grande studio delle melodie, gli intrecci precisi di chitarre e sintetizzatori creano un rock tagliente, proponendo un mix di adrenalina e frenesia che ti prende e scaraventa in una danza goliardica.

La cover album di Your Nice Habits

Seguendo il classico stampo indie rock il gruppo ci aggiunge quel tocco di Talkin Heads e Devo che definisce il loro stile in un synth-pop adatto al dancefloor, che a volte sfoga in qualche sonorità un po punk, ma sempre godibile; sonorità che al giorno d’oggi accomuna un sacco di gruppi, niente di innovativo quindi, ma la bella notizia è che il gruppo è italiano, e i 36 minuti di Your Nice Habits non hanno nulla da invidiare ai gruppi di oltremanica.
L’inizio è travolgente, Cut Me Clear e Kicks Up sono due pezzi potenti e allo stesso tempo ballabili; nella maggior parte di canzoni appare un sapiente uso di sintetizzatori, che a volte prendono il totale sopravvento come in Russia e Colder: in quest’ultima la chitarra ha spazio per esprimere una dolce melodia, infusa in una gelida atmosfera, il ritornello ti fa vibrare; soprattutto grazie alla voce del frontman Jago che nel cd spazia tra alti e bassi, sensualità e ironia con qualche tocco di irriverenza e un accento british da far innamorare le ragazzine.
La produzione di Luke Smith, ex componente dei Chlor e collaborazioni con To My Boy, Theoretical Girl e Shit Disco ha sicuramente aiutato i ragazzi a esprimersi a piene potenzialità, soprattutto nel far combaciare tutte le linee di chitarra con il synth spesso usato per amalgamare tutto e renderlo omogeneo al punto giusto.
Il cd è adatto a un ascolto semplice, sicuramente farà ballare e scatenare molta gente; ma oltre a questo se si presta un po di attenzione ai testi si trova un’ironia tagliente diretta alle nostre abitudini quotidiane, qui sembra proprio che nulla sia lasciato al caso, dai suoni, ai testi alla produzione il lavoro si puo considerare ottimo.
Un cd sicuramente da avere nella propria collezione, e per chi è amante della musica made in Uk facilmente diventerà la Little Italy dove si potrà rifugiare rimanendone completamente soddisfatto.

Rating: 3,5/5

The Banshee MySpace

Kicks Up Official Video

Un pensiero su “The Banshee – Your Nice Habits: Recensione.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...